stampa   invia
29/03/2018

Salario accessorio dipendenti Provincia di Foggia, protesta dei sindacati

La denuncia di Fp Cgil, Cisl Fp e Csa: il dirigente delle Risorse Umane tergiversa e ritarda le erogazioni delle giuste spettanze

Salario accessorio dipendenti Provincia di Foggia, protesta dei sindacati Dopo la Delegazione Trattante tenuta in data 20 Marzo 2018, ancora non si adottano gli atti dovuti, nonostante la proposta presentata dalle OO.SS. FP-CGIL, CISL-FP e C.S.A., a favore della liquidazione delle Performance anno 2016 nella misura di € 300.000,00.

Infatti la proposta si articola nel seguente modo:
Premesso che con la contrattazione sottoscritta in data 17/01/2017 sono state destinate le risorse per la performance 2016 nella misura complessiva di € 457.363,25;
- che detta somma risulta essere comprensiva di € 25.000,00 rivenienti dalla funzione svolta dalla S.U.A. (stazione unica appaltante) erogata dagli enti convenzionati;
- che, altresì, risulta essere comprensiva di € 40.000,00 rinveniente dall´Ente Regione e finalizzata alla erogazione del salario accessorio ai dipendenti le cui funzioni sono state trasferite dalla Regione alla Provincia;
- che la somma delle risorse dei punti innanzi citati è immediatamente erogabile al personale interessato;
- che la somma di circa € 100.000,00 dovrà essere accantonata ed erogata solo a seguito di verifica circa la legittimità di ogni progetto di produttività, visto che nella Relazione sulla Performance 2016, e più specificatamente nell´allegato n. 4, si attesta che i progetti di miglioramento qualitativo dei servizi relativi al Settore Informatizzazione, al Settore Ambiente, al Settore Economico Finanziario, al Settore Appalti e Contratti, e all´Unità di progetto ATEM Foggia 1 Nord, sono stati realizzati al 100%.

Tutto ciò premesso, le Organizzazioni sindacali FPCGIL -CISLFP - CSA hanno chiesto l´immediata erogazione delle spettanze nella misura di € 300.000,00 per la Performance 2016, e dopo la verifica di cui innanzi, verosimilmente la certificazione della realizzazione dei progetti in parola da parte dei Dirigenti interessati, dovranno essere erogati gli ulteriori 100.000 euro o per la liquidazione dei progetti di produttività oppure per il saldo della Performance. Tale proposta si determina in base a quei principi di buon senso e ragionevolezza che il codice civile impone in sede di contrattazione, che è stata esplicitata allo stesso modo in sede di raffreddamento dei conflitti presso il Prefetto di Foggia.

Precisiamo al dirigente, Dott. D´Attoli Giovanni che le sigle sindacali che hanno proposto tale soluzione al fine di sbloccare la perdurante situazione di stallo sono: FPCGIL – CISLFP – CSA che rappresentano i 2/3 della rappresentanza sindacale complessiva dei dipendenti della Provincia.

Ricordiamo altresì, che all´incontro tenuto in Prefettura, le OO.SS. promotrici, non hanno ritirato la proclamazione dello stato di agitazione del personale, in quanto la parte pubblica non ha rappresentato al tavolo alcuna proposta e/o atto amministrativo di competenza, risolutivi della vertenza posta in essere.

Le OO.SS. FPCGIL, CISLFP e CSA ritengono ingiustificato il ritardo con cui l´Amministrazione Provinciale si ostina a non porre in essere nei confronti dei dipendenti sia gli atti relativi all´attribuzione delle Posizioni Organizzative, sia l´avvio di una discussione seria e monotematica finalizzata alla trasformazione del rapporto di lavoro dei part time a full time ed in subordine un cospicuo aumento delle ore tendente al full- time.

Le scriventi OO.SS. fanno appello a tutti i dipendenti a sostenere la giusta ed inequivocabile battaglia per una soluzione di tutta la vertenza dei lavoratori della Provincia.