stampa   invia
19/03/2018

Legalità è sviluppo, iniziative Cgil in preparazione Giornata della Memoria

Due focus su sfruttamento in agricoltura e sviluppo del territorio con i segretari nazionali Massafra e Landini

Legalità è sviluppo, iniziative Cgil in preparazione Giornata della Memoria “Legalità è sviluppo. Lavoro, diritti, dignità” è il titolo dell´iniziativa promossa da Cgil Puglia e Camera del Lavoro di Foggia nei giorni 19 e 20 marzo, pensata in preparazione della manifestazione nazionale per la Giornata della Memoria che l´associazione Libera ha inteso a organizzare quest´anno nel capoluogo dauno, una scelta dettata dai gravissimi fatti di sangue che si sono verificati nell´anno che abbiamo alle spalle e per i fenomeni diffusi di criminalità e sfruttamento del lavoro. Terra, solchi di verità e giustizia è il tema della XXIII edizione della Giornata della memoria e dell´impegno che si terrà mercoledì 21 marzo.

L´iniziativa della Cgil regionale e provinciale si articolerà su due focus, il primo dedicato al tema del caporalato in agricoltura e che sarà concluso dal segretario nazionale della Cgil, Giuseppe Massafra;, il secondo su come le economie illegali condizionano lo sviluppo di un territorio, e sarà concluso dal segretario nazionale Cgil Maurizio Landini.

“La legalità è pre-condizione indispensabile per uno sviluppo sano a duraturo, tale da consentire alle imprese di investire in questa provincia, agli amministratori di non subire condizionamenti di alcuna natura, ai lavoratori di vedersi rispettati tutti i diritti – commentano Pino Gesmundo e Mauruzio Carmeno, segretari generali di Cgil Puglia e Foggia -. Invece siamo costretti ad assistere ad una preoccupante escalation di fenomeni di diffusa illegalità, dalle intimidazioni a pubblici amministratori a a governi comunali fatti decadere dal Ministero dell´Interno per infiltrazioni mafiose, minacce e intimidazioni che non risparmiano sindacalisti e giornalisti, fino ai gravissimi fatti di sangue che hanno macchiato di sangue la Capitanata in una guerra di mafia che interessa più territori della provincia”.

“Il nostro sostegno va a magistratura e forze dell´ordine la cui azione sta producendo risultati importanti. Ma per sconfiggere le mafie serve una forte azione culturale e anche una risposta al diffuso disagio sociale e occupazionale che vive la provincia di Foggia. Una criminalità che dissuade le imprese da investire qui facendo venire meno opportunità di sviluppo economico e creazione di nuovo lavoro. Per questo come Cgil abbiamo inteso sostenere fin dall´inizio il percorso per la Giornata della memoria e dell´impegno; il sindacato sarà sempre in prima linea contro le organizzazioni criminali che inquinano il vivere democratico e negano occasioni di crescita vera”.

Il primo focus di lunedì 19 marzo, che si terrà presso l´Auditorium della Camera del Lavoro a partire dalle ore 16, si intitola “Lo sfruttamento dei migranti nel settore agroalimentare”. La riflessione sarà preceduta dall´inaugurazione della mostra fotografica “Migranti nelle campagne del Sud Italia”, del giornalista Alessandro Zenti, dal reading dell´attore Michele D´Errico su “Le parole di Giuseppe Di Vittorio” e dalla proiezione di un estratto del documentario di Antonio Fortarezza “La filiera non etica”. Quindi la tavola rotonda, preceduta dalle comunicazioni di Daniele Iacovelli, segretario generale della Flai Cgil di Foggia – alla quale parteciperanno: il Commissario straordinario del Governo, Iolanda Rolli; la segretaria regionale della Cgil Puglia, Antonella Morga; il direttore dell´Inps di Foggia, Antonio Balzano; il segretario provinciale della Cgil di Foggia, Daniele Calamita; la docente di Diritto del lavoro dell´Università di Foggia, Madia D´onghia. Concluderà come anticipato il segretario nazionale Cgil, Giuseppe Massafra. A fine lavori sarà proiettato il cortometraggio “La Giornata”, di Pippo Mezzapesa, quindi l´inaugurazione del nuovo Sportello Migranti della Camera del Lavoro.

Secondo appuntamento martedì 20 sempre dalle ore 16 presso la Camera del Lavoro, con il focus “Sviluppo del territorio ed economie illegali”. Le comunicazioni saranno affidate ai segretari generali della Fillea Cgil, Giovanni Tarantella, e della Fiom Cgil, Ciro Di Gioia. Quindi la tavola rotonda con gli interventi del prefetto di Foggia, Massimo Mariani; del vice presidente nazionale di Libera, Davide Pati; del segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo; del presidente della Camera di Commercio di Foggia, Fabio Porreca; del presidente di Confidustria di Capitanata, Giovanni Rotice; del segretario della Cgil di Foggia, Maurizio Carmeno; del presidente del Consorzio Asi di Foggia, Angelo Riccardi. A chiudere il segretario nazionale Maurizio Landini.

A moderare entrambi i focus sarà il giornalista Geppe Inserra.

La Cgil sarà presente il 21 marzo alla manifestazione nazionale di Libera con delegazioni provenienti da tutte le province della regione.