stampa   invia
12/10/2015

Cambiare la Legge Fornero, presidio unitario Cgil Cisl Uil Foggia sotto Prefettura

"Serve un intervento strutturale di modifica che abbassi l´età di accesso alla pensione e favorisca turn over per giovani"

Cambiare la Legge Fornero, presidio unitario Cgil Cisl Uil Foggia sotto Prefettura Martedì 13 ottobre 2015, CGIL CISL e UIL di Foggia - nell´ambito della mobilitazione unitaria sulla previdenza indetta dalle Confederazioni nazionali dei sindacati – hanno indetto un presidio a partire dalle ore 10.30 sotto la Prefettura in corso Garibaldi.

Cgil Cisl Uil ritengono urgente “un intervento strutturale di modifica della legge Fornero, che abbassi l´età di accesso alla pensione reintroducendo una vera flessibilità in uscita e intervenendo sui lavoratori precoci. Ciò anche per favorire il turn over e quindi incrementare l´occupazione giovanile. Vanno inoltre attivate ulteriori salvaguardie per i lavoratori esodati, e consentita l´applicazione dell´opzione donna, misure entrambe che non hanno bisogno di nuove coperture”.

CGIL, CISL e UIL non nascondono le preoccupazioni al riguardo. "Rinviare ulteriormente, sulla base di un calcolo ragionieristico sarebbe sbagliato perché le conseguenze dell´aumento repentino dell´età pensionabile realizzato con la legge Fornero sono sotto gli occhi di tutti e la rigidità dei requisiti, che peraltro peggiorerà ulteriormente dal 1° gennaio 2016, per effetto dell´aumentata aspettativa di vita, rischia di riprodurre nuovi problemi”.

“Nonostante sia a tutti ormai chiaro come l´irrigidimento dei requisiti di accesso al pensionamento abbia finito per amplificare le conseguenze negative della crisi economica, siamo costretti a mobilitarci ancora - rilevano i sindacati - per evitare ulteriori problemi sociali e per difendere diritti già riconosciuti da norme vigenti, come nel caso degli esodati e che oggi vengono rimesse in discussione, sulla base di un calcolo ragionieristico sbagliato".