stampa   invia
04/09/2015

Agoalimentare e "sciopero al rovescio", una due giorni della Cgil a San Severo

Dibattiti e incontri sui temi dello sfruttamento del lavoro e delle potenzialità del settore agroalimentare della provincia di Foggia

Agoalimentare e "sciopero al rovescio", una due giorni della Cgil a San Severo Un settore strategico per l´economia provinciale, con punte di eccellenze qualitative a livello nazionale, ma alle prese con una forte frammentazione produttiva e uno scarso potere commerciale, soprattutto vessato da diritti negati e sfruttamento del lavoro. Tutto questo è l´agroalimentare di Capitanata, che non ancora esprime la piena potenzialità di sviluppo per ritardi culturali, strutturali e anche politici, e su cui la Cgil, la Flai e l´Alpaa intendono accendono i riflettori in una due giorni di dibattiti e approfondimenti. Tutto questo nella la prima festa provinciale della Cgil dedicata ai temi dell´agricoltura, che si terrà a San Severo nei giorni 5 e 6 settembre, con a margine dei convegni momenti di intrattenimento culturale e stand enogastronimici per far conoscere alcune specificità del nostro territorio.

All´interno della festa, la seconda delle giornate di “Sciopero al rovescio” promosse dalla Cgil, la chiamata a iscritti e cittadini per impegni extralavorativi per migliorare la qualità e la vivibilità dei nostri territori e richiamare le istituzioni a misure a sostegno del lavoro, a partire dall´opportunità fornita dai cantieri di cittadinanza. Sabato 5, dalle ore 9, volontari della Cgil saranno impegnati nella pulizia dell´area verde pubblica di via d´Agnone.

Il taglio del nastro della festa nella serata di sabato con il primo degli incontri dal titolo “Diritti sostenibili”, che si terrà in piazza Municipio. Dopo i saluti del sindaco Francesco Miglio, moderati dalla coordinatrice della Cgil di San Severo, Angela Villani, si confronteranno sul tema dei diritti in agricoltura la segretaria provincia della Flai, Magdalena Jarczak; il presidente dell´Alpaa Cgil di Capitanata, Umberto Porrelli; il direttore della Banca Etica di Foggia, Michele Gravina; il presidente dell´Alpaa Puglia, Mario Fraccascia; il presidente regionale di Smile Puglia, Antonio De Maso. Alla fine del dibattito verrà proiettato il film “Schiavi”, di Stefano Mencherini, e a seguire lo spazio musicale con l´esibizione della cover band di Gianni Nannini.

Domenica 6, nel chiostro del Municipio, si terrà il secondo momento di confronto dal titolo “Un´altra agricoltura è possibile. Qualità sociale del lavoro e delle produzioni”. Coordinati dal giornalista Beniamino Pascale, interverranno Tonino d´Angelo, di Medicina Democratica-Cittadinanza Attiva; Giovanni Cera, dirigente della Cia; Daniele Calamita, segretario generale della Flai Cgil di Capitanata; Giuseppe Deleonardi, segretario generale della Flai Puglia; l´assessore regionale all´Agricoltura, Leonardo Di Gioia, con le conclusioni affidate al presidente nazionale dell´Alpaa Cgil, Luigi Rotella.