stampa   invia
10/06/2015

Ddl scuola: alta adesione a blocco scrutini, soddisfazione della Flc Foggia

"Come si fa a parlare di una protesta corporativa, di categoria, quando bocciature al Ddl sono arrivate dal mondo accademico, da costituzionalisti, politici, ricercatori, scienziati?”

Ddl scuola: alta adesione a blocco scrutini, soddisfazione della Flc Foggia E´ stata altissima l´adesione dei docenti allo sciopero degli scrutini nelle scuole della provincia di Foggia. Altamura-Da Vinci, Einaudi, Notarangelo a Foggia; Toniolo e Roncalli a Manfredonia, Pestalozzi a San Severo, in tantissimi istituti comprensivi della Capitanata, i docenti contro il Ddl di riforma della scuola varato dal Governo Renzi hanno messo in atto l´azione di blocco nel primo giorno degli scrutini, fatta eccezione per le classi che sosterranno gli esami. Alla protesta ha aderito anche il personale Ata.

“Ieri si è chiusa l´attività didattica in Puglia – commenta Loredana Olivieri, segretaria generale della FLC CGIL di Foggia – e mai come quest´anno il mondo della scuola vive una situazione di confusione e incertezza. Insegnanti e studenti non sanno quale tipo di scuola troveranno a settembre, quel che è certo è che quasi in toto respingono il disegno di ‘buona scuola´. L´adesione altissima è il segno che la lotta e la mobilitazione prosegue”.

Non si fida, il sindacato, dell´apertura al confronto manifestata da Renzi. “Siamo a ridosso dei ballottaggi, non vorremmo si trattasse di una speculazione elettorale. Chi ieri vantava di aver realizzato un progetto di riforma fantastico e rifiutava il dialogo, oggi all´improvviso dice che qualcosa forse è stato sbagliato? Noi non molliamo e andiamo avanti con le nostre iniziative, sperando che dal Senato arrivino segnali positivi”.

Per Loredana Olivieri “la richiesta di blocco, che poi è uno scivolamento dei scrutini, ci è arrivata dal basso, dalle assemblee, dai docenti. Assieme agli studenti difendiamo la scuola pubblica e il diritto costituzionale all´apprendimento. Come si fa a parlare di una protesta corporativa, di categoria, quando bocciature al Ddl sono arrivate dal mondo accademico, da costituzionalisti, politici, ricercatori, scienziati?”.

Ultimo capitolo, ma non meno importante, quello della stabilizzazione dei precari. “Va fatta a prescindere dalle sorti del Ddl, se il Governo vuole stralcia il capitolo e procede alle assunzioni. Anche per questo motivo continueremo nella nostra lotta”.