stampa   invia
07/11/2011

Al lavoro non piegati, 9 novembre iniziative Cgil contro precariato e licenziamenti facili

Due incontri per affrontare i temi legati alle conseguenze del contestato articolo 8, agli allarmanti dati sull´occupazione giovanile, alle ricadute della crisi che colpisce gravemente il lavoro. Presente il segretario nazionale Enrico Panini

Il manifesto dell´iniziativa

Al lavoro non piegati, 9 novembre iniziative Cgil contro precariato e licenziamenti facili LICENZIAMENTI SENZA GIUSTA CAUSA CHE SI CHIUDONO CON UN INDENNIZZO MA SENZA IL REINTEGRO; la retribuzione che diventa una variabile decisa dai contratti di prossimità; mansioni e inquadramenti a prescindere dai titoli e dal curriculum; orari, pause, notti in deroga agli accordi nazionali; part time sempre più simile al lavoro a chiamata. Ecco come l´articolo 8 della manovra correttiva si settembre può ulteriormente precarizzare la condizione dei lavoratori in Italia. Solo l´ultimo provvedimento di una lunga serie del Governo che in questi anni ha messo sotto attacco il lavoro, le tutele i diritti acquisiti, le pensioni, la sicurezza, il futuro dei giovani.

Misure contro le quali la sola Cgil è da tre anni impegnata nell´azione di contrasto con azioni legali e soprattutto con iniziative di mobilitazione e scioperi. Agli scenari prossimo futuri, alle iniziative e alle proposte alternative del sindacato per risanare i conti del Paese e rilanciare la ripresa economica e l´occupazione, sarà dedicata la giornata mercoledì 9 novembre, con due appuntamenti promossi dalla Cgil di Capitanata alla quale parteciperà il segretario nazionale Enrico Panini.

Si comincia la mattina alle ore 9 presso l´Auditorium dell´Istituto “Masi”, con un´iniziativa dedicata al lavoro flessibile e con scarse tutele dal titolo “La precarietà non paga. I giovani tra nuovi e vecchi diritti”. Oltre Panini previsti gli interventi di Madia D´Onghia, docente di Diritto del Lavoro dell´Università di Foggia; di Mara De Felici, segretaria generale della Cgil di Capitanata; di alcuni lavoratori under 35, delegati della Cgil, che porteranno la loro testimonianza sulle azioni di tutela e rappresentanza proprie del sindacato nei luoghi di lavoro.

Nel pomeriggio, dalle ore 17, presso la Sala Rosa del Palazzetto dell´Arte, incontro pubblico sul tema “Tutti licenziati? La Cgil a difesa del lavoro e dei diritti”. Interverranno Enrico Panini, Mara De Felici, l´assessore alla Cittadinanza Sociale della Regione Puglia, Nicola Fratoianni; il professore ordinario di Diritto del Lavoro, Maurizio Ricci; la senatrice del Pd, Colomba Mongiello; il direttore della Cna di Foggia, Franco Severo. A moderare i lavori la giornalista Germana Zappatore.

Il convegno sarà anche l´occasione per discutere della situazione di grave sofferenza del sistema economico provinciale, costituito per l´80% da piccole imprese più esposte ai venti della crisi, con dati occupazionali allarmanti – soprattutto tra i giovani – e una cassa integrazione straordinaria che da giugno 2008 a settembre 2011 è passata da 53mila e 2,2 milioni di ore. Il risultato di aziende che o hanno terminato il monte ore previsto per la cig ordinaria o hanno chiuso licenziando o mettendo i lavoratori in mobilità. La giornata promossa dalla Camera del Lavoro di Foggia rientra nella campagna “Al lavoro non piegati” promossa dalla Cgil regionale: un viaggio attraverso la Puglia del lavoro che manca, dei diritti violati, del disagio sociale.