stampa   invia
16/12/2010

Casa Di Vittorio, seminario su "Formazione e qualità delle classi dirigenti nel Sud Italia"

Venerdì 17 dicembre alle ore 16.30 presso l´Auditorium della Biblioteca Provinciale di Foggia. L´iniziativa chiude il Festival della Memoria, ciclo di incontri organizzati per vivificare la memoria ed il pensiero del fondatore della CGIL

Casa Di Vittorio, seminario su "Formazione e qualità delle classi dirigenti nel Sud Italia" Sollecitare la classe dirigente pugliese e meridionale a discutere di etica, vocazione e responsabilità mettendo in relazione questi valori con il lavoro è l´obiettivo del primo seminario organizzato dall´associazione Casa Di Vittorio a conclusione del progetto culturale ‘Festival della Memoria´, ciclo di manifestazioni organizzate per vivificare la memoria ed il pensiero del fondatore della CGIL.

L´incontro su ‘Etica del lavoro e responsabilità´ è in programma venerdì 17 dicembre (ore 16.30), presso l´Auditorium della Biblioteca provinciale di Foggia (viale Michelangelo), ed è il primo di una serie di dibattiti periodicamente organizzati sul tema ‘Formazione e qualità delle classi dirigenti nel Meridione d´Italia´.
La discussione si articolerà attorno all´illustrazione del volume ‘Vocazione e lavoro´ effettuata dal suo autore, Mario Miegge, e vi parteciperanno: Silvia Berti, vice presidente di Casa Di Vittorio e docente di Storia Moderna presso l´Università ‘La Sapienza´ di Roma; Maurizio Ricci, docente di Diritto del lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza dell´Ateneo foggiano; Saul Meghnagi, presidente dell´Istituto Ricerche Economiche e Sociali (IRES). A moderare l´incontro sarà Luca Anziani, componente del direttivo dell´associazione Casa Di Vittorio.

“Abbiamo deciso di impegnare dapprima noi stessi su questo tema avendo assunto la consapevolezza, anche grazie a uomini come Giuseppe Di Vittorio, che etica del lavoro e responsabilità dovrebbero essere tra i valori fondanti dell´azione di chi governa e gestisce la cosa pubblica, così come di ogni lavoratore – afferma Silvia Berti, curatrice del seminario e nipote del fondatore della Cgil – D´altronde, il ‘Piano del Lavoro´ ideato ed elaborato dal fondatore della Cgil, fu anche un´operazione di enorme rilevanza etica, giacché si proponeva di superare l´emergenza post-bellica contando sulle risorse immateriali dell´impegno e della solidarietà tra classi. Riteniamo opportuno – conclude la vice presidente di Casa Di Vittorio – richiamare e rilanciare l´attenzione innanzitutto delle forze sociali e produttive, ad affermare un´etica del lavoro e dell´impresa che sia di promozione e sostegno al buon governo e all´affermazione della legalità”.

Il progetto culturale ‘Festival della Memoria´, curato da Alessandro Langiu per conto dell´associazione Casa Di Vittorio, è cofinanziato dalla Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo ed è sostenuto da: CGIL Puglia, Apulia Film Commission, ‘D´Autore´ – Circuito regionale sale cinematografiche di qualità, Centro Sociale Evangelico.